E' la disciplina medica che studia le problematiche legate alla struttura e alla conformazione del piede, questa branca della medicina si occupa inoltre dei trattamenti medici e chirurgici della caviglia e delle estremità inferiori della gamba.
Il podologo è un professionista altamente specializzato, che attraverso test diagnostici prescrive le terapie necessarie per curare, riabilitare e prevenire le alterazioni funzionali e strutturali dei piedi. Realizza dispositivi per correggere la forma delle unghie, l'allineamento delle dita del piede e ortensi plantari, svolge inoltre attività educativa per pazienti con particolari patologie.


PIEDE MASSAGGIATO DA DUE MANI

mani con guanti che tramite strumento puliscono il contorno unghia

Quando rivolgersi ad un podologo

E' indicato rivolgersi ad un podologo per i disturbi più comuni come:

  • Rimozione di verruche: piccole lesioni cutanee contraddistinte da notevole ispessimento dello strato corneo;
  • Esame micologico: in presenza di funghi o infezioni;
  • Tensione, mal di schiena o stress: con la riflessologia plantare, si agisce stimolando e massaggiando specifici punti di riflesso del piede
  • Unghia incarnita o onicocriptosi: causata dall'incurvamento e penetrazione di una porzione dell'unghia nella plica cutanea con possibile infezione;
  • Callosità o ipercheratosi: ispessimento dello strato corneo dell’epidermide;
  • Correggere l'allineamento delle dita: alluce valgo e dito a martello;
  • Tallonite: infiammazione localizzata sul tallone o calcagno che si manifesta ogni qualvolta ci si alzi dopo essere stati seduti o sdraiati per diverso tempo;
  • Piede diabetico: complicanza cronica del diabete. La neuropatia altera la sensibilità cutanea del piede aumentando la possibilità di lesioni che possono trasformarsi in ulcere infette;

La visita

Durante la visita podologica, lo specialista esegue l'anamnesi dettagliata del paziente per conoscerne precedenti fisiologici e patologici, abitudini quotidiane e stile di vita.
Questa prima fase di accertamento è di fondamentale importanza perché orienta il medico verso la corretta diagnosi.
Durante la visita biomeccanica e/o posturale viene effettuata una valutazione degli arti inferiori e successivamente l’analisi del passo.
Nel corso dell’esame il paziente viene prima disteso per permettere al medico di esaminare tutti i movimenti articolari del piede, la sua condizione muscolare, cutanea, ossea, tendinea e circolatoria; poi rialzato, fatto salire su pedana stabilometrica o podoscopio per osservarne l'appoggio del piede in fase statica e dinamica in modo da riscontrare eventuali ipercarichi plantari e indicazioni posturali.
Una volta concluso il controllo e definita la storia clinica del paziente si può procedere con la terapia da adottare per il trattamento del problema.


Molto spesso trascurati, i piedi sono la base del nostro corpo. Dopo il cuore, la pompa plantare è la più attiva e importante per il nostro sistema circolatorio. La loro sofferenza si riflette all’organismo per questo motivo da millenni la sua salute è posta in primo piano.
E’ importante curare il benessere e l’igiene dei piedi, utilizzare calzature adeguate, idratarli se screpolati e massaggiarli quando doloranti. I piedi assicurano la nostra mobilità, ci permettono di camminare e di correre, svolgono un ruolo fondamentale nella nostra vita, impariamo a prendercene cura.